Top menu

Cessioni di fabbricati fatiscenti tassati come cessione di aree edificabili

La fantasia del fisco è inesauribile; dopo la vituperata tassa sulla salute fortunatamente estinta, è nata ora la “tassa sulle intenzioni”.

Veniamo alla vicenda che ha partorito la nuova tassa.
Un contribuente cedeva ad una impresa un vecchio fabbricato e quest’ultima decideva di demolirlo e costruire al suo posto un nuovo edificio.
Come è noto il TUIR 917/86 prevede la tassazione delle plusvalenze derivanti dall’acquisto e dalla successiva rivendita  di fabbricati effettuate entro cinque anni, ad eccezione degli immobili ricevuti in eredità o utilizzati dal contribuente  come abitazione principale per la maggior parte del periodo di possesso.
Sono invece sempre tassate le plusvalenze derivanti dalla cessione di aree edificabili indipendentemente dalla durata della proprietà.
Risulta pertanto evidente che nel secondo caso il bottino del fisco è molto più ricco incassando le imposte dirette sul reddito da plusvalenza invece della sola imposta di registro sulla compravendita.
L’Agenzia delle Entrate ha pertanto aguzzato l’ingegno e dichiarando di attuare una semplice “interpretazione sostanziale” del negozio giuridico ha riqualificato l’operazione come cessione di area edificabile con tutte le onerose conseguenze che ne sono conseguite.
Si noti che il venditore non ha peraltro voce in capitolo sulle scelte del compratore, potendo benissimo quest’ultimo procedere a una semplice ristrutturazione dell’immobile vetusto, anziché demolirlo.
Siamo quindi in presenza della nuova “tassa sulle intenzioni” del compratore posta a carico del venditore!
Fortunatamente la Cassazione , con sentenza n. 4150/2014 ha chiaramente stabilito che ciò che rileva ai fini della tassazione è lo status giuridico dell’immobile all’atto della compravendita e cioè un fabbricato e non un area edificabile.
Tuttavia al momento sono diversi gli accertamenti fiscali pendenti in relazione a questa innovativa “tassa sulle intenzioni” e pertanto è necessario agire con molta prudenza in fattispecie analoghe al fine di evitare lunghi e costosi contenziosi tributari.

 

Joomla templates by a4joomla

Informativa sui cookie
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.