Top menu

IRFIS - Finanziamenti di iniziative nei settori industriale, turistico e dei servizi

Tra gli aiuti alle piccole e medie imprese per il sostegno dei programmi di sviluppo vanno annoverati anche i finanziamenti a tasso agevolato concessi dall'Irfis per le iniziative nei settori industriale, turistico e dei servizi.

Di seguito una breve scheda riepilogativa delle caratteristiche dei suddetti finanziamenti

Riferimenti normativi
Art. 61 Legge Regionale Sicilia n. 17 del 28 dicembre 2004

Soggetti beneficiari
Sono beneficiarie le imprese:

  • qualificabili come Piccole e Medie Imprese (PMI) operanti in Sicilia.
    L’impresa è piccola se occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro. E’ media se occupa meno di 250 persone e realizza un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro e/o il totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro.
  • che operano nei comparti industriali (attività estrattive, manifatturiere, di costruzioni, di produzione e distribuzione di energia elettrica, di vapore e acqua calda), turistico alberghiero e di servizi alle imprese.

Il contributo
Il finanziamento massimo concedibile è pari al 75% delle spese ammissibili e ha durata sino ad un massimo di 15 anni (ivi compreso un periodo di utilizzo e preammortamento massimo di 3 anni) con rate semestrali.
Il tasso di interesse a carico dei beneficiari è pari al 40% del tasso di riferimento UE vigente al momento del perfezionamento contrattuale dell’operazione. Tale tasso è ridotto al 30% se i beneficiari sono società cooperative ovvero giovani imprenditori.
Il contributo in c/interessi è concesso in regime de minimis (ossia il totale delle agevolazioni rientranti in tale regime non può superare € 200.000,00 nel triennio). L’agevolazione è determinata come differenza attualizzata tra gli interessi calcolati a tasso di riferimento e quelli determinati a tasso agevolato.
E’ necessario il rilascio di garanzie reali aziendali e/o extraziendali commisurate all’entità del finanziamento, ovvero garanzie consortili nella misura massima del 50%.

Spese agevolabili
Gli investimenti finanziabili devono riguardare nuovi impianti, ampliamenti, ammodernamenti e riconversioni.
Sono ammissibili le seguenti spese:

  • Progettazione e studi di fattibilità;
  • Acquisto del terreno e sistemazione, opere murarie e assimilabili;
  • infrastrutture, impianti, macchinari ed attrezzature, mezzi mobili.

Le opere relative devono essere iniziate in data non antecedente a 2 anni prima della presentazione della domanda di finanziamento.

Domande
Le domande sono esaminate con procedura a sportello.
La domanda prevede tra l’altro la redazione del business plan relativo all’investimento

Joomla templates by a4joomla

Informativa sui cookie
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.