Top menu

Bando INAIL 2016

Anche per questo anno l’Inail ripropone il bando per i nuovi investimenti in tema di sicurezza sul lavoro.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

L’importo del contributo su scala nazionale (pari a circa 276 mln) è ripartito su singoli avvisi regionali.

Riferimenti normativi

D.lgs. 81/2008 art. 11, comma 5

Obiettivi dell’agevolazione

Obiettivo perseguito è quello di finanziare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Tale miglioramento rispetto alle condizioni preesistenti deve essere documentato e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali

I fondi messi a disposizione per la regione Sicilia ammontano a circa € 17,5 mln.

Soggetti beneficiari e requisiti

Sono beneficiarie le imprese, anche individuali, iscritte alla CCIAA che:

  • Siano in possesso del DURC
  • Non si trovino in stato di liquidazione volontaria, né sottoposte ad alcuna procedura concorsuale 
  • Non siano già state ammesse al contributo per gli avvisi Inail 2012, 2013 e 2014

Il contributo Il contributo è a fondo perduto, in regime “de minimis” ed è pari al 65% delle spese ammissibili, compreso tra un minimo di 5.000,00 e un massimo di 130.000,00 euro. Non è cumulabile con altri aiuti pubblici, fatta eccezione per quelli di garanzia del credito quali gli interventi del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.

Spese agevolabili

Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

  • Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

In particolare i progetti dovranno prevedere le seguenti soluzioni tecniche, tenuto conto della loro compatibilità con le diverse tipologie di intervento previste dal bando:

1. ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici ad essa collegati;

2. acquisto di macchine;

3. acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;

4. acquisto e installazione permanente di ancoraggi destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta;

5. installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici.

  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva e una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

Devono intendersi per macchine i trattori agricoli e forestali nonché quei beni che ricadono nella definizione di cui all’art. 2, lettere a), b), c), f), g) del D. Lgs n.17/2010 e cioè:

a) «macchina » propriamente detta:

1. insieme equipaggiato o destinato ad essere  equipaggiato  di un sistema  di  azionamento  diverso  dalla  forza  umana  o  animale diretta, composto di parti o di componenti, di cui almeno uno mobile, collegati tra loro solidamente per un'applicazione ben determinata;

2. insieme di cui al numero  1),  al  quale  mancano  solamente elementi di collegamento al sito di impiego o di  allacciamento  alle fonti di energia e di movimento;

3. insieme di  cui  ai  numeri  1)  e  2),  pronto  per  essere installato e che puo' funzionare solo dopo essere stato montato su un mezzo di trasporto o installato in un edificio o in una costruzione;

4. insiemi di macchine, di cui ai numeri 1),  2)  e  3),  o  di quasi-macchine, di cui alla  lettera  g),  che  per  raggiungere  uno stesso risultato sono disposti  e  comandati  in  modo  da  avere  un funzionamento solidale; 5. insieme di parti o di componenti, di cui almeno uno  mobile, collegati tra loro solidalmente e destinati al sollevamento di pesi e la cui unica fonte di energia e' la forza umana diretta;

b) «attrezzatura intercambiabile»: dispositivo che, dopo la messa in servizio di una macchina o di  un  trattore,  e'  assemblato  alla macchina o al trattore dall'operatore stesso al fine  di  modificarne la funzione o apportare una nuova funzione, nella misura in cui  tale attrezzatura non e' un utensile;

c) «componente di sicurezza»: componente:

1) destinato ad espletare una funzione di sicurezza;

2) immesso sul mercato separatamente;

3) il cui guasto ovvero malfunzionamento, mette  a  repentaglio la sicurezza delle persone;

4) che non e' indispensabile per lo  scopo  per  cui  e'  stata progettata la macchina o che per tale funzione puo' essere sostituito con altri componenti.

f) «dispositivi amovibili di trasmissione meccanica»:  componenti amovibili destinati alla trasmissione di  potenza  tra  una  macchina semovente  o  un  trattore  e   una   macchina   azionata,   mediante collegamento  al  primo  supporto   fisso   di   quest'ultima;   tali dispositivi,  ove  immessi  sul  mercato  muniti  di   ripari,   sono considerati come un singolo prodotto;

g)  «quasi-macchine»:  insiemi  che   costituiscono   quasi   una macchina,  ma  che,  da  soli,  non  sono  in  grado   di   garantire un'applicazione ben determinata; un sistema  di  azionamento  e'  una quasi-macchina; le quasi-macchine sono unicamente destinate ad essere incorporate o assemblate ad altre macchine o ad altre  quasi-macchine o apparecchi per costituire una macchina  disciplinata  dal  presente decreto;

I beni devono essere:

  1. Nuovi
  2. Non acquistati da soci o soggetti collegati all’impresa richiedente
  3. Non possono essere ceduti prima dei 2 anni successivi alla data di erogazione del saldo In caso di ammissione al finanziamento, il progetto deve essere realizzato (e rendicontato) entro 12 mesi.

Non sono ammissibili al contributo:

  • Veicoli e imbarcazioni;
  • Sistemi hardware e software
  • Mobili e arredi
  • Ponteggi fissi

Domande

L’assegnazione dei contributi avviene secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Le domande sono compilabili a partire dal 1° marzo 2016, fino alle ore 18.00 del 5 maggio 2016. La data e l’orario del click day saranno resi noti dopo il 19 maggio 2016

Joomla templates by a4joomla

Informativa sui cookie
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.