Top menu

Decreto Crescita 2019

Sul S.O. n. 26 alla G.U. n. 151 del 19/6/2019 è stata pubblicata la Legge n. 58 del 28/06/2019 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019 n.34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, unitamente al testo coordinato del D.L. n. 34 del 30 aprile 2019 (cosiddetto “Decreto Crescita”).
Le misure prevedono interventi espansivi per favorire la ripresa economica.
Vediamo nel dettaglio i più importanti.
Articolo 1 -  Dal 1/4/2019 al 31/12/2019 ritorna il “Super ammortamento” al 130%, riservato alle imprese che investono in beni strumentali nuovi, entro un certo limite di spesa.
Articolo 2 - Mini IRES in favore di imprese che reinvestono i propri utili o effettuano nuove assunzioni.
E’ prevista una progressiva riduzione dell’IRES con riferimento agli utili accantonati a riserve nei limiti dell’incremento di patrimonio netto.
Le aliquote saranno quindi le seguenti:
• 22,5% per l'anno di imposta 2019;
• 21,5% per il 2020;
• 21% per il 2021;
• 20,5% per il 2022;
• 20% dal 2023, a regime.
Articolo 3 - A decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31/12/2022, l’IMU relativa agli immobili strumentali sarà integralmente deducibile ai fini della determinazione del reddito di impresa e del reddito dei professionisti.
La deduzione si applica in questa misura:
- 50% per il periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31/12/2018;
- 60% per il periodo d'imposta successivo a quello in corso, rispettivamente, al 31/12/2019 e al 31/12/2020;
- 70% per il periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31/12/2021.
Articolo 3 - quinquies - Canoni non percepiti
Per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo stipulati a decorrere dal 1/1/2020 si potrà godere della detassazione dei canoni non percepiti senza attendere la conclusione del procedimento di convalida di sfratto.
Sarà sufficiente provare il mancato pagamento in un momento antecedente, ovvero mediante l’ingiunzione di pagamento o l’intimazione di sfratto per morosità.
Per i contratti stipulati precedentemente, relativamente alle imposte versate sui canoni scaduti e non percepiti spetta il riconoscimento di un credito di imposta di pari ammontare.
Art. 4-octies - Obbligo di invito al contraddittorio
È stato introdotto l’obbligo per l’Amministrazione finanziaria, per gli avvisi di accertamento emessi dal 1/7/2020, di attivare il contraddittorio con il contribuente, per definire in via amministrativa la pretesa tributaria.
Sono esclusi dal procedimento dell'invito obbligatorio gli avvisi di accertamento parziale e gli avvisi di rettifica parziale.
Art. 12-ter Semplificazione in materia di termine per l’emissione della fattura
A decorrere dal 1/7/2019 la fattura deve essere emessa entro 12 giorni - e non più 10 - dal momento dell’effettuazione dell’operazione di cessione del bene o di prestazione del servizio.
Art. 12-quater - Comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche dell’imposta sul valore aggiunto.
E’ prevista la facoltà di non trasmettere telematicamente la comunicazione della liquidazione
periodica del quarto trimestre purché entro il mese di febbraio venga inviata la Dichiarazione IVA del periodo d’imposta di cui il quarto trimestre fa parte.
Art. 12-quinquies - Trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi e lotteria degli scontrini
La trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, da parte dei commercianti al minuto poterà essere effettuata entro 12 giorni dalla realizzazione dell’operazione, fermo restando l’obbligo di memorizzazione giornaliera.
Nel primo semestre di vigenza dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, decorrente dal 1/7/2019 per i soggetti con volume di affari superiore a euro 400.000 e dal 1/1/2020 per gli altri contribuenti, non si applicano le sanzioni previste dalla legge se la trasmissione telematica venga effettuata entro il mese successivo a quello di realizzazione dell’operazione, fermi restando i termini di liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto.
Art. 12-quinquies - Proroga versamenti del 30 giugno
Viene disposta una proroga dei versamenti previsti al 30 giugno per i soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale – ISA.
I termini dei versamenti delle imposte sui redditi, IRAP, IVA che scadono tra il 30 giugno e il 30 settembre 2019, sono prorogati al 30/9/2019.
Art. 12-octies - Tenuta della contabilità in forma meccanizzata
Viene esteso a tutti i registri contabili aggiornati con sistemi elettronici l’obbligo di stampa cartacea soltanto all’atto del controllo e su richiesta dell’organo procedente, attualmente previsto per i soli registri IVA.
Il testo ufficiale recita: “Al comma 4-quater dell'articolo 7 del decreto-legge 10 giugno 1994, n. 357, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 1994, n. 489, le parole: "la tenuta dei registri di cui agli articoli 23 e 25 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, con sistemi elettronici" sono sostituite dalle seguenti: "la tenuta di qualsiasi registro contabile con sistemi elettronici su qualsiasi supporto".

Joomla templates by a4joomla

Informativa sui cookie
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.