Top menu

Pubblicati gli elenchi degli operatori in split payment

Con il decreto del Ministero dell’Economia del 27/6/2017 sono state illustrate le nuove norme sullo split payment, entrate in vigore il 1° luglio 2017.
In pratica, sono state apportate talune modifiche al Decreto 23/1/2015, stabilendo le modalità di individuazione dei nuovi soggetti interessati dalla scissione dei pagamenti, per effetto degli articoli 5-bis e 5-ter della legge 96/2017 (Manovrina d’estate).
Al fine di assicurare una maggiore certezza agli operatori è stato previsto che per l’anno 2017 si debba fare riferimento agli elenchi pubblicati sul sito del Dipartimento delle Finanze che ha individuato le amministrazioni pubbliche e le società controllate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri o dalle P.A. stilando cinque elenchi che riportano, per ciascun soggetto, il codice fiscale e la denominazione.
I fornitori posso scaricarli dal sito e procedere alla fatturazione con tutta sicurezza.
In particolare, gli elenchi sono così distinti:
Elenco n. 1 delle pubbliche amministrazioni inserite nel conto consolidato, individuate ai sensi dell’art. 1, comma 3 della L. 31 dicembre 2009 n. 196;
Elenco n. 2 delle società controllate di diritto (ex art. 2359, comma 1 n. 1) c.c.) direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri e direttamente o indirettamente delle società controllate da queste ultime;
Elenco n. 3 delle società controllate di fatto (ex art. 2359, comma 1 n. 2) c.c.) direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri e controllate di diritto (ex art. 2359, comma 1 n. 1) c.c. ) direttamente o indirettamente dalle società controllate da queste ultime;
Elenco n. 4 delle società controllate di diritto (ex art. 2359, comma 1 n. 1) c.c.) direttamente dalle Regioni, Province, Città metropolitane, Comuni, Unioni di comuni e direttamente o indirettamente delle società controllate da queste ultime;
Elenco n. 5 delle società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana.
Tale elenchi però non sono ancora definitivi in quanto entro il 6/7/2017 gli interessati possono segnalare alla casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . del Dipartimento delle Finanze eventuali errori od omissioni.
Ricevute le segnalazioni, il Dipartimento delle Finanze provvederà subito alle correzioni.
Gli elenchi così sistemati resteranno validi per le operazioni per le quali verrà emessa fattura fino al 31/12/2017.

Joomla templates by a4joomla

Informativa sui cookie
Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più clicca sul pulsante cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.